LIBRI E-BOOK RIVISTE MANUALISTICA SOFTWARE FORMAZIONE AREE TEMATICHE OFFERTE 
N.B. Le spedizioni saranno sospese da venerdì 7 a domenica 23 agosto.
Riprenderanno regolarmente lunedì 24 agosto.
Vi segnaliamo inoltre che i nostri uffici resteranno chiusi dal 10 al 23 agosto.
Ignora collegamenti di navigazioneHome :: Editoria :: Libri :: La dirigenza pubblica
La dirigenza pubblica, EPC Editore, febbraio 2009, Vito Tenore, Luca Busico

Edizione: febbraio 2009
Pagine: 400
Formato: 150x210 mm
ISBN: 978-88-6310-096-9
EPC Editore
La dirigenza pubblica
Reclutamento. Rapporto di lavoro. Diritti e doveri. Incarichi. Responsabilità. Controversie. CCNL 2006/2009 Normativa giurisprudenza e dottrina
Dirigenti pubblici dalla a alla zeta. Un volume che offre un quadro aggiornato di tutti gli istituti contrattuali previsti dall'attuale normativa, con un esame dettagliato dei principali problemi che sono emersi in sede applicativa. Inoltre, per ogni questione, si sono prospettate soluzioni equilibrate, talvolta anche in chiave dubitativa o critica, sulla scorta dei più consolidati orientamenti della magistratura e della dottrina. Con un linguaggio chiaro e sfrondato dall'inutile "giuridichese", il testo vuole quindi essere un basilare e aggiornato strumento di lavoro, di approfondimento e di consultazioni per studiosi, operatori giudiziari, nonché per i vertici politici e gestionali delle amministrazioni pubbliche. Il volume è testo ufficiale del "Master sul pubblico impiego privatizzato" organizzato a Roma dall'Istituto CENACOLO GIURIDICO (www.cenacologiuridico.it).
Indice
Premessa - Principi costituzionali ed excursus storico - Rapporto tra politica ed amministrazione - Reclutamento dei dirigenti - La disciplina del rapporto - La disciplina degli incarichi dirigenziali - I rapporti tra dirigenti - Il trattamento economico del dirigente pubblico - Impegno di lavoro dei dirigenti - Le responsabilità dei dirigenti - La tutela giurisdizionale dei dirigenti - Appendice normativa - Indice analitico
Destinatari
Dai funzionari ai dirigenti, dagli amministratori e direttori generali di enti locali e regionali ai consigli di amministrazione delle società pubbliche partecipate, avvocati, magistrati e operatori giuridici.