LIBRI E-BOOK RIVISTE MANUALISTICA SOFTWARE FORMAZIONE AREEE TEMATICHE OFFERTE 
Ignora collegamenti di navigazioneHome :: Formazione e Consulenza :: Corsi a catalogo :: La gestione documentale e la tracciabilità dei rif...
La gestione documentale e la tracciabilità dei rifiuti
alla luce del DL Semplificazioni del 14/12/2018

7 Crediti Formativi (CFP) CNI

Normale
Presentazione
Se si esclude il traffico illecito di rifiuti, e quindi l'attività dolosa, la maggior parte delle sanzioni fatte alle aziende derivano dalla non corretta gestione dei documenti. Il corso si propone, quindi, di fornire, passo passo, tutte le risposte ed i chiarimenti sul vasto mondo dei rifiuti, evidenziando gli aggiornamenti tecnici e normativi che hanno interessato il settore nel corso degli anni. Tra questi, si segnala l’adozione di un nuovo tracciato record del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (c.d. “MUD"), introdotto con DPCM 28 Dicembre 2017.

Al termine dell'incontro i partecipanti avranno acquisito principalmente conoscenze su:
1. cosa prevede la normativa tecnica, chi e come assolvervi;
2. gli strumenti operativi per l'applicazione di tale normativa;
3. quando e perché gestire la documentazione inerente i rifiuti;
4. come gestire tale documentazione;
5. a quali sanzioni si va incontro in caso di scorretta gestione dei documenti.
Destinatari
L'incontro é indirizzato ai responsabili dei servizi ambiente di piccole, medie e grandi imprese, ai Responsabili Tecnici, alle figure preposte alla gestione del settore rifiuti in impianti di trattamento, recupero e/o smaltimento, alle imprese che effettuano il trasporto di rifiuti, agli organi di polizia giudiziaria preposti al controllo ed alle pubbliche amministrazioni.
Orari e sede
Sede del corso:
INFORMA - Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale
- 00188 Roma - Via Clauzetto, 12 - Tel. 0633245281 – Fax 0633245248 clienti@istitutoinforma.it

Orario di svolgimento: 9,00 - 18,00
Programma
La normativa di settore con particolare riferimento a:
• disciplina sui rifiuti: inquadramento generale (parte IV del D.Lgs. n. 152/2006)
• definizione di rifiuto (urbano, speciale, pericoloso e non)
• nozione di sottoprodotto
• end of waste
• esclusioni dalla nozione di rifiuto.

Focus sui sottoprodotti:
• la normativa primaria (D.Lgs. n. 152/2006)
• la normativa secondaria (DM Ambiente n. 246/2016 e Circolare Ambiente del 30 Maggio 2017)
• i criteri, requisiti e condizioni: l’origine e la certezza del riutilizzo.

Chi gestisce i rifiuti in azienda: la figura del Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti (RTGR):
• chi è, competenze e responsabilità
• l’esame di verifica: materie d’esame e modalità di svolgimento
• l’albo nazionale gestori ambientali e le categorie di iscrizione: compiti ed adempimenti.

Come vengono gestiti i rifiuti in azienda:
• l’attribuzione dei Codici CER: cosa sono, come si assegnano, utilizzo delle voci “a specchio”, le responsabilità del produttore del rifiuto
• le condizioni ed i requisiti tecnici del Deposito Temporaneo
• il controllo ed il riscontro di Autorizzazioni e di Iscrizioni: come sono strutturate, i loro contenuti, la verifica dei soggetti autorizzati al trasporto e allo smaltimento/recupero
• il Formulario identificazione rifiuto: come deve essere compilato, da chi e con quali tempistiche, quali correzioni si possono apportare e come
• il Registro di carico e scarico: come va compilato, chi ne ha l’obbligo, quando deve essere redatto e quali correzioni possono essere eseguite
• il MUD: chi ha l’obbligo di presentarlo, come e con quali tempistiche deve essere redatto e presentato, secondo le indicazioni fornite dal recente DPCM 28 Dicembre 2017
• le prospettive del sistema di tracciabilità dei rifiuti dopo il DL “Semplificazioni” 14 dicembre 2018, n. 135.

Come vengono gestiti i rifiuti pericolosi in azienda:
• il quadro normativo
• la caratterizzazione e la classificazione del rifiuto
• i Certificati analitici: quando sono necessari e perché eseguire le analisi
• le caratteristiche di pericolosità HP
• la normativa ADR: principali prescrizioni.

Gli esempi degli errori più frequenti e relative sanzioni

Particolari categorie di rifiuti:
• terre e rocce da scavo alla luce delle ultime modifiche normative
• come si gestiscono i rifiuti sanitari in azienda, le cartucce da stampanti ed i rifiuti da attività di costruzione e demolizione.
Documentazione
Ogni partecipante riceverà la seguente documentazione:
- volume "La gestione documentale e la tracciabilità dei rifiuti", di S. Sassone, EPC
- raccolta inedita di relazioni e presentazioni dei docenti, sia su supporto cartaceo che su pen drive.
Modalità e quota di iscrizione

Le iscrizioni dovranno essere confermate con l'invio della scheda allegata per fax o per posta.
La quota di iscrizione e' di € 500,00 + IVA. Per iscrizioni pervenute entro 15 giorni dalla data di inizio del corso e' prevista la quota scontata di € 400,00 + IVA.

La quota comprende la fornitura del materiale didattico, le colazioni di lavoro, i coffee break e un servizio navetta da Informa alla stazione Termini e viceversa.
Sono previste quote ridotte per iscrizioni multiple provenienti dalla stessa Azienda/Ente.


INFORMA si riserva la facoltà di rinviare, annullare o modificare il corso programmato dandone comunicazione ai partecipanti entro 3 giorni lavorativi prima della data di inizio.
Note organizzative
Durante lo svolgimento del corso saranno offerti 2 coffee break, uno la mattina (alle ore 11.00 circa) ed uno nel pomeriggio (alle ore 16.00 circa), e la colazione di lavoro dalle ore 13,00 alle ore 14,00.
Docenti
Dott. Stefano SASSONE
Direttore area tecnica Cisambiente - Confindustria / Componente comitato nazionale Albo Gestori Ambientali, presso il Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare.
Servizio clienti
Per ulteriori informazioni il nostro Servizio Clienti e' attivo ai numeri:
Tel. 06 33245282 Valentina Meucci - e-mail: clienti@istitutoinforma.it
Tel. 06 33245281 Virginia De Santis – e-mail: clienti@istitutoinforma.it
Fax 06 33111043