LIBRI E-BOOK RIVISTE MANUALISTICA SOFTWARE FORMAZIONE AREEE TEMATICHE OFFERTE 
Ignora collegamenti di navigazioneHome :: Formazione e Consulenza :: Corsi a catalogo :: La pianificazione di emergenza ed evacuazione
La pianificazione di emergenza ed evacuazione
Il processo di definizione della risposta alle emergenze con esempi ed applicazioni avanzate in tema di Fire Safety Engineering e simulazione numerica dell’esodo assistita al computer

Valido come Aggiornamento per RSPP, ASPP, Datori di lavori, Dirigenti, Preposti e Coordinatori progettazione ed esecuzione dei lavori (D. Lgs. 81/08 e s.m.i.)
Roma 3
Presentazione
Il piano di emergenza interno di un sito costituisce uno strumento essenziale al fine di controllare e circoscrivere i possibili eventi incidentali legati alla gestione del sito stesso e delle infrastrutture connesse ai fini della tutela degli occupanti, dell’ambiente e degli asset. Essendo la pianificazione di emergenza (e di eventuale conseguente evacuazione) un aspetto fondamentale del complesso di misure posto in essere dal datore di lavoro per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, il riferimento normativo più immediato risulta essere il D. Lgs. 81/2008. Per quanto attiene il rischio di incendio valgono inoltre i requisiti espressi sia dal dedicato D.M. 10 marzo 1998 sia quelli espressi dal corpo normativo di prevenzione incendi, in primis il D.M. 3 agosto 2015.

I fattori da tenere presenti nella compilazione del piano di emergenza e da includere nella stesura dello stesso sono:
- le caratteristiche dei luoghi con particolare riferimento alle vie di esodo;
- il sistema di rivelazione e di allarme incendio;
- il numero delle persone presenti e la loro ubicazione;
- i lavoratori esposti a rischi particolari;
- il numero di addetti all'attuazione ed al controllo del piano nonché all'assistenza per l'evacuazione (addetti alla gestione delle emergenze, evacuazione, lotta antincendio, pronto soccorso);
- il livello di informazione e formazione fornito ai lavoratori.

Il piano, sviluppato per ricomprendere il soddisfacimento a tutti i requisiti di cui sopra, deve essere inteso come una procedura efficace di risposta all’emergenza che definisce ruoli, responsabilità e compiti per ciascuna funzione aziendale, con particolare riguardo a quelli connessi al segnalare e fronteggiare una eventuale emergenza. Il suo scopo è quello di affrontare in maniera organizzata gli eventi che dovessero verificarsi, mettendo in atto le misure necessarie per minimizzarne gli effetti e limitarne i danni per l’uomo, l’ambiente, per gli asset e per la continuità del business.

Il corso descrive i principi alla base del processo di definizione di una corretta risposta all’emergenza quale elemento chiave di una efficace strategia antincendio, mettendo in risalto l’importanza del fattore umano inteso sia come comportamento individuale sia come comportamento sociale o collettivo, anche traendo spunto dalle numerose e prossime modificazioni al Codice di Prevenzione Incendi. Saranno quindi discussi, anche attraverso esempi, i fattori influenzanti la risposta individuale e collettiva, presentando anche casi reali in materia di procedure operative standard come risposta alla gestione in efficienza e sicurezza di un evento incidentale.

Il corso porrà l’accento sul fattore umano includendo cenni per la stima dei tempi di risposta (spesso impiegata nella definizione del RSET, Required Safe Egress Time) e per la stima della probabilità di successo delle operazioni condotte in emergenza; andando ad evidenziare come di questi aspetti si debba tenere conto nella fase di valutazione dei rischi preliminare alla stesura di un piano efficace.

Per quanto attiene la pianificazione dell’esodo in emergenza, si mostreranno esempi applicativi di approfondimento fondati sulla ingegneria della sicurezza antincendio (FSE) mediante il codice di calcolo Pedestrian Dynamics di Incontrol Simulation B.V. (NL).

Il corso vuole fornire:
- I principi alla base del processo di definizione di una corretta risposta all’emergenza;
- Le conoscenze base per la pianificazione dell’esodo in emergenza, anche con l’ausilio di appositi tool di calcolazione;
- Esempi pratici connessi con organizzazioni di varie dimensioni e di differente complessità.

Attestato
Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione dall’Istituto Informa. I Responsabili e gli Addetti SPP e i Coordinatori per la progettazione e per l’esecuzione dei lavori riceveranno, inoltre, un attestato di frequenza al Corso di Aggiornamento, con relativa durata, dall’Università degli Studi Roma Tre, valido ai sensi del D. Lgs. 81/08 e s.m.i..
Obblighi
Il corso consente a RSPP, ASPP, Datori di lavori, Dirigenti, Preposti e Coordinatori progettazione ed esecuzione dei lavori di conseguire l'aggiornamento previsto da D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
Destinatari
Il corso è destinato agli HSE Manager, agli RSPP, ai consulenti in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ai progettisti antincendio ed ai consulenti in materia di prevenzione incendi, agli operatori responsabili della gestione efficace dell’emergenza ed evacuazione nel contesto di una organizzazione, indipendentemente dal suo tipo, entità, dimensione e complessità e dalla natura dei rischi associati (sicurezza, salute, ambiente, business continuity, reputazione, eccetera). Il corso è anche indirizzato a tutti coloro i quali vogliono avere una conoscenza approfondita sui concetti, processi e principi alla base della pianificazione dell’emergenza e dell’evacuazione, anche tramite calcolazioni supportate da codici di calcolo ed i principi della Fire Safety Engineering. Esso è pertanto indicato anche per i professionisti che operano nel campo della consulenza nel settore della pianificazione dell’emergenza e dell’esodo.
Orari e sede
Orario: 9,00 - 18,00

INFORMA - Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale
- 00188 Roma - Via Clauzetto, 12 - Tel. 0633245244 – Fax 0633245248 clienti@istitutoinforma.it
Programma
- Obiettivi e struttura del corso
- Standard e legislazione
- Introduzione ai concetti e principi della pianificazione dell’emergenza
- Standard Operating Procedures (SOP) e fatture umano (HF)
- Tecniche di valutazione della risposta
- La valutazione del rischio quale elemento fondante di una corretta pianificazione
- Il piano di emergenza: requisiti, struttura e contenuti

- La pianificazione dell’evacuazione
- Modellazioni numeriche dell’esodo con Pedestrian Dynamics di Incontrol Simulation B.V. (NL).
- Casi studio in organizzazioni aventi diversa dimensione e caratterizzate da complessità differente
Partners
Università degli Studi di Roma Tre
Documentazione
Ogni partecipante riceverà la seguente documentazione:
- raccolta inedita di relazioni e presentazioni dei docenti, su pen drive
- copia di prova del codice di calcolo Pedestrian Dynamics
Modalità e quota di iscrizione
Le iscrizioni dovranno essere confermate con l'invio della scheda allegata per fax o per posta.
La quota di iscrizione e' di € 500,00 + IVA. Per iscrizioni pervenute entro 15 giorni dalla data di inizio del corso e' prevista la quota scontata di € 400,00 + IVA.

La quota comprende la fornitura del materiale didattico, le colazioni di lavoro, i coffee break ed un servizio di navetta dalla Stazione Termini all’Istituto INFORMA e viceversa, passando per gli alberghi convenzionati.
Sono previste quote ridotte per iscrizioni multiple provenienti dalla stessa Azienda/Ente.


INFORMA si riserva la facoltà di rinviare, annullare o modificare il corso programmato dandone comunicazione ai partecipanti entro 3 giorni lavorativi prima della data di inizio.
Note organizzative
Durante lo svolgimento del corso saranno offerti 2 coffee break, uno la mattina (alle ore 11.00 circa) ed uno nel pomeriggio (alle ore 16.00 circa), e la colazione di lavoro dalle ore 13,00 alle ore 14,00.
Docenti
Luca Fiorentini (TECSA S.r.l.)
Analista grandi rischi in ambito onshore ed offshore, ingegnere forense, esperto di ingegneria antincendio. Direttore della società di consulenza TECSA S.r.l. Docente Universitario. Vice Presidente dell’Associazione Italiana di Ingegneria Antincendio (AIIA-SFPE Italy). Senior Lead Risk Manager certificato per ISO 31000

Rosario Sicari (TECSA S.r.l.)
Analista grandi rischi in ambito onshore ed offshore, ingegnere forense.
Servizio clienti
Per ulteriori informazioni il nostro Servizio Clienti e' attivo ai numeri:
Tel. 06 33245282 Valentina Meucci - e-mail: clienti@istitutoinforma.it
Tel. 06 33245281 Virginia De Santis – e-mail: clienti@istitutoinforma.it
Fax 06 33245248