LIBRI E-BOOK RIVISTE MANUALISTICA SOFTWARE FORMAZIONE AREEE TEMATICHE OFFERTE 
Ignora collegamenti di navigazioneHome :: Formazione e Consulenza :: Corsi a catalogo :: Non Destructive Testing Civil Engineering - parte...
Non Destructive Testing
Civil Engineering - parte 2a
con esame finale di certificazione di Livello 2 nelle prove con martinetti piatti e nelle prove di carico, secondo i livelli di certificazione definiti da UNI EN ISO 9712:2012 e da UNI/PdR 56:2019 “Certificazione del personale tecnico addetto alle prove non distruttive nel campo dell’ingegneria civile”
Roma3 e Kiwa Cermet
Presentazione
Una delle novità salienti introdotte dalle Norme Tecniche per le Costruzioni (NTC) è il passaggio, come avvenuto in altri settori (impianti, ingegneria dell’antincendio, ecc), da un sistema normativo di tipo prescrittivo ad un sistema di tipo prestazionale, ovvero basato non sull'obbligo di adozione di misure tecniche ma sul raggiungimento dei risultati.
L’applicazione di norme prestazionali impone maggiori responsabilità al PROGETTISTA, al DIRETTORE DEI LAVORI ed al COLLAUDATORE, sia in fase di esecuzione che di controllo dell’opera, per verificare la rispondenza ai requisiti ed ai livelli di funzionalità e prestazioni di progetto.
Negli interventi di restauro e consolidamento statico delle strutture MURARIE è fondamentale avere una conoscenza approfondita delle caratteristiche meccaniche di deformabilità e resistenza dei materiali costituenti i paramenti. La conoscenza dei parametri di deformabilità consente al progettista di prevedere la risposta della struttura in funzione dello stato di sollecitazione applicato mentre, ai fini della stima del margine di sicurezza globale della struttura, è necessario acquisire dati in merito alle caratteristiche di resistenza dei materiali.
In definitiva, in ogni intervento di consolidamento, è prioritaria la fase diagnostica che deve essere l’input per la redazione di un razionale progetto di intervento. In questo ambito, particolarmente interessante si presenta la tecnica basata sull’impiego di martinetti piatti, già ampiamente collaudata (dal 1978) nelle applicazioni geomeccaniche per la valutazione del regime tensionale in formazioni rocciose. L’impiego dei martinetti piatti per la valutazione in situ delle caratteristiche meccaniche delle murature, è un metodo semi-distruttivo, che consente il rilievo delle tensioni attuali d’esercizio ed il rilievo delle caratteristiche di deformazione.
Le PROVE DI CARICO statiche sui solai, impalcati ed elementi strutturali, costituiscono indubbiamente una fase cruciale del processo di controllo delle costruzioni e richiedono una particolare cura ed attenzione.
Nelle Norme Tecniche per le Costruzioni” le prove di carico sono previste al Capitolo 9 “Collaudo statico” e riguardano in genere le nuove strutture; nella realtà, si rendono spesso necessarie anche nelle strutture esistenti quando si devono prevedere variazioni di destinazione d’uso o quando si deve verificare l’agibilità di strutture degradate e/o fessurate, ecc.
Le lezioni saranno a contenuto sia teorico che pratico, con esercitazioni guidate in aula/laboratorio su modelli in scala reale; saranno inoltre presentati numerosi casi di studio, a partire dalla progettazione della prova all’interpretazione dei risultati, evidenziando i differenti ruoli e le differenti responsabilità che le varie figure professionali coinvolte nella esecuzione dell’opera (progettista, direttore dei lavori, costruttore, collaudatore ed esecutore della prova) devono assumere.
La figura professionale in uscita sarà in grado di sostenere gli esami di certificazione, senza dover frequentare ulteriori corsi di formazione. I vantaggi ed i benefici della certificazione del personale sono evidenti:
• le competenze vengono verificate sulla base di evidenze oggettive;
• l’attestazione di terza parte garantisce indipendenza, imparzialità e trasparenza;
• spinge il tecnico a possedere, mantenere e migliorare, con continuità nel tempo, la necessaria competenza;
• mette a disposizione del mercato operatori qualificati in grado di operare professionalmente secondo norme tecniche nazionali ed internazionali riconosciute;
• contribuisce ad elevare gli standard di qualità di tutta la filiera di processo;
• fornisce evidenza oggettiva della corretta gestione aziendale del personale e dei processi di controllo;
• attribuisce credenziale tecnica oggettiva delle capacità del personale, requisito cogente ai sensi delle direttive comunitarie europee;
• fornisce un presidio legale a tutela della responsabilità della società di servizi che eseguono prove e controlli.

Sempre più spesso nei bandi pubblici finalizzati all’affidamento degli incarichi per la verifica della vulnerabilità sismica delle strutture strategiche (ponti, viadotti, ospedali, scuole, ecc.) è richiesta, per l’esecuzione delle indagini sperimentali, la certificazione del personale tecnico addetto alle prove non distruttive secondo i livelli di certificazione definiti da UNI EN ISO 9712:2012.

Si fa presente che:
• nelle “Linee Guida per la valutazione della caratteristiche del calcestruzzo in opera” elaborate e pubblicate dal Servizio Tecnico Centrale del Consiglio dei Lavori Pubblici, viene indicato che i tecnici che eseguono le prove, intesi come personale di società specializzate di settore o come singoli professionisti, devono essere qualificati;
• il Consiglio Nazionale delle Ricerche nella CNR-DT 200 R1/2012 “Istruzioni per la progettazione, l’esecuzione ed il controllo di interventi di consolidamento statico mediante utilizzo di compositi fibrorinforzati” (Materiali, strutture di c.a. e di c.a.p. e strutture murarie) indica espressamente nel paragrafo 6.3 “Qualifica degli operatori per l’esecuzione delle prove” che i profili professionali preposti alle prove devono corrispondere ai tre livelli di qualifica (livello 1, 2 e 3) in conformità alla UNI EN 473 (sostituita dalla UNI EN ISO 9712) e della UNI CEI EN 45013.
Obblighi
Il corso consente di acquisire, a seguito del superamento di un esame, la certificazione di Livello 2 nelle prove con martinetti piatti e nelle prove di carico, secondo i livelli di certificazione definiti da UNI EN ISO 9712:2012 e da UNI/PdR 56:2019 “Certificazione del personale tecnico addetto alle prove non distruttive nel campo dell’ingegneria civile”
Destinatari
Il corso è destinato a:
• liberi professionisti (ingegneri, architetti, geometri, periti, ecc);
• ricercatori e sperimentatori operanti nei laboratori prove materiali da costruzione ed in enti di ricerca;
• tecnici delle pubbliche amministrazioni;
• tecnici delle imprese.
Requisiti minimi per l’iscrizione e l’accesso al corso:
• possesso di laurea in materie tecnico-scientifiche (per esempio, ingegneria civile, ingegneria edile, ingegneria dei materiali, architettura, geologia, tecniche della costruzione e gestione del territorio, ecc.);
• possesso del diploma in materie tecnico-scientifiche (per esempio: geometra, perito edile, perito industriale, ecc.), che abbiano superato l’esame di Stato per l’iscrizione all’albo professionale.
Orari e sede
Sede del corso
INFORMA - Via Clauzetto, 12 - 00188 Roma

Sede delle lezioni pratiche del modulo 8
Laboratorio Autorizzato dal STC del CSLP ISTEDIL di Guidonia (Roma)

Orario di svolgimento:
aula/laboratorio: dalle 9,00 - 18,00

videoconferenza: (si veda programma moduli 1÷4)
Programma
Il corso, per un totale di 52 ore complessive di lezione, è articolato in 18 ore in videoconferenza e 34 ore in aula/laboratorio. I partecipanti conseguiranno un attestato di addestramento necessario per poter sostenere l’esame di Livello 2 (rif. ai livelli di certificazione definiti da UNI EN ISO 9712:2012 e da UNI/PdR 56:2019 “Certificazione del personale tecnico addetto alle prove non distruttive nel campo dell’ingegneria civile“) nelle seguenti metodologie di prova:
- prove con martinetti piatti (MP);
- prove di carico (PC),
secondo lo schema KIWA (Organismo di Certificazione accreditato da ACCREDIA secondo la UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012 “Requisiti generali per gli organismi che operano la certificazione delle persone”) per la “Certificazione del personale tecnico addetto alle prove non distruttive nel campo dell’ingegneria civile e sui beni culturali ed architettonici”.

Nota: Il discente potrà frequentare singoli moduli didattici al fine dell’accesso all’esame di certificazione

Nel caso il discente voglia certificarsi in tutte e due le metodologie di prova dovrà frequentare l’intero percorso formativo.
Partners
Università degli Studi di Roma Tre
Documentazione
Ogni partecipante riceverà una ricca documentazione costituita da:
• “MECCANICA DELLE MURATURE - Dalla definizione della qualità muraria alle indagini sperimentali mediante la tecnica dei martinetti piatti” di S.Bufarini, V.D’Aria, D. Squillacioti, EPC.
• “COLLAUDO STATICO - Prove di carico su solai ed impalcati” di S.Bufarini, V.D’Aria, D. Squillacioti, EPC.
• dispense e presentazioni dei relatori su pen drive.
Modalità e quota di iscrizione
Le iscrizioni dovranno essere confermate con l'invio della scheda allegata per fax o per posta.
Le quote di iscrizione sono:
- Intero percorso formativo 52 ore € 1.400,00 + IVA. Per iscrizioni almeno 15 giorni prima € 1.120,00 + IVA
- Prove con martinetti piatti (MP) 24 ore € 700,00 + IVA. Per iscrizioni almeno 15 giorni prima € 560,00 + IVA
- Prove di carico (PC) 28 ore € 800,00 + IVA. Per iscrizioni almeno 15 giorni prima € 640,00 + IVA.

La quota comprende la fornitura del materiale didattico, le colazioni di lavoro, i coffee break ed un servizio di navetta dalla Stazione Termini all’Istituto INFORMA e viceversa, passando per gli alberghi convenzionati.
Sono previste quote ridotte per iscrizioni multiple provenienti dalla stessa Azienda/Ente.


INFORMA si riserva la facoltà di rinviare, annullare o modificare il corso programmato dandone comunicazione ai partecipanti entro 3 giorni lavorativi prima della data di inizio.
Note organizzative
Durante lo svolgimento del corso saranno offerti 2 coffee break, uno la mattina (alle ore 11.00 circa) ed uno nel pomeriggio (alle ore 16.00 circa), e la colazione di lavoro dalle ore 13,00 alle ore 14,00.
Docenti
Santo Mineo
Ingegnere Edile, opera da anni nel mondo della diagnostica strutturale sia nell’ambito della sperimentazione che della formazione del personale. Certificato esperto di Livello 3 da KIWA - Settore PnD Ingegneria Civile, Beni Culturali e Strutture Architettoniche. Coautore dei seguenti libri EPC Editore: Monitoraggio delle strutture; Controlli e verifiche delle strutture di calcestruzzo in fase di esecuzione; Vice-direttore dell’Associazione scientifico-culturale MASTER.

Vincenzo D. Venturi
Ingegnere Civile Edile. Libero professionista. Dal 1983 è Amministratore di SIDERCEM Istituto di Ricerca e Sperimentazione sui Materiali da Costruzione, di SIDERCEM è stato, dal 1985 al 1989, Responsabile della Sperimentazione, attualmente è il coordinatore del settore “Ricerca e Sviluppo” e dal 1989 ad oggi, sempre di SIDERCEM, è il Direttore tecnico ed il Direttore di laboratorio della sede di Misterbianco. È vice Presidente della associazione ALIG (Associazione Laboratori di Ingegneria e Geotecnica). È Direttore responsabile del Centro di Esame ALIG, accreditato IIS CERT per i CND nel settore civile. È Ispettore In Service Inspector IIS CERT, livello Comprehensive, nel settore delle opere in servizio civili ed edili.

Angelo Mulone
Laureato in Geologia, dal 1984 si occupa, presso la GEOLAB s.r.l. di Carini (Pa), della direzione generale della società e della direzione del laboratorio geotecnico, autorizzato ai sensi della Circolare STC 349, e del coordinamento dell’attività di sperimentazione e di ricerca e della certificazione dei prodotti ai sensi della direttiva CE 89/106. Certificato III livello settore costruzioni : materiali per uso strutturali 0055738-C-SA-3-C, Strutture di fondazione 0055738-C- SC-3-C, (IIS CERT srl) - 23.12.2016. Ha ricoperto l’incarico di ricercatore dell’Unità Operativa, n. 1.1.11, del Progetto Finalizzato Geodinamica del Consiglio Nazionale delle Ricerche, presso l’Istituto di Geofisica Mineraria dell’Università degli Studi di Palermo.

Stefano Bufarini
Sperimentatore presso il Laboratorio Ufficiale Prove Materiali e Strutture della Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche. Certificato esperto di Livello 3 da CICPND e KIWA - Settore PnD Ingegneria Civile, Beni Culturali e Strutture Architettoniche. Presidente dell’Associazione scientifico-culturale MASTER. Autore di quarantadue lavori pubblicati su riviste scientifiche ed in atti di convegni nazionali. Coautore dei seguenti libri EPC Editore: Il controllo strutturale degli edifici in cemento armato e muratura; Monitoraggio delle strutture; Controlli e verifiche delle strutture di calcestruzzo in fase di esecuzione; Meccanica delle murature; COLLAUDO STATICO Prove di carico su solai ed impalcati.

Vincenzo D’Aria
Sperimentatore presso il Laboratorio Ufficiale Prove Materiali e Strutture della Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche. Certificato esperto di Livello 3 da CICPND e KIWA - Settore PnD Ingegneria Civile, Beni Culturali e Strutture Architettoniche. Presidente E. dell’Associazione scientifico-culturale MASTER Autore di trentotto lavori pubblicati su riviste scientifiche ed in atti di convegni nazionali. Coautore dei seguenti libri EPC Editore: Il controllo strutturale degli edifici in cemento armato e muratura; Monitoraggio delle strutture; Controlli e verifiche delle strutture di calcestruzzo in fase di esecuzione; Meccanica delle murature; COLLAUDO STATICO Prove di carico su solai ed impalcati.
Servizio clienti
Per ulteriori informazioni il nostro Servizio Clienti e' attivo ai numeri:
Tel. 06 33245282 Valentina Meucci - e-mail: clienti@istitutoinforma.it
Tel. 06 33245281 Virginia De Santis – e-mail: clienti@istitutoinforma.it
Fax 06 33245248