LIBRI E-BOOK RIVISTE MANUALISTICA SOFTWARE FORMAZIONE AREEE TEMATICHE OFFERTE 
Ignora collegamenti di navigazioneHome :: Formazione e Consulenza :: Corsi a catalogo :: Salute e sicurezza dei lavoratori all'estero
Salute e sicurezza dei lavoratori all'estero

Valido come corso di Aggiornamento per RSPP e ASPP, Datori di lavoro, Dirigenti, Preposti e Coordinatori per la progettazione e l’esecuzione dei lavori
(D. Lgs. 81/08 e s.m.i.)

Roma 3
Presentazione
Il fenomeno della globalizzazione e la sempre più crescente espansione dei mercati in cui le imprese si trovano ad operare determinano l’esigenza frequente, anche per le imprese italiane, di operare all’estero.

Ciò vale non solo per le imprese ad elevata capacità tecnologica, ma anche per imprese di dimensioni e capacità meno rilevanti, soprattutto in questo periodo di crisi economica che impone a volte una “fuga” verso mercati esteri. Si determina perciò necessariamente l’esigenza di confrontarsi con la legislazione propria dei paesi in cui l’attività imprenditoriale si esplica e quindi la necessità dover applicare normative diverse da quelle del nostro paese.

Tale esigenza riguarda anche il settore della sicurezza del lavoro, essendo imprescindibile garantire anche all’estero condizioni di lavoro adeguatamente sicuro. Il legislatore italiano non ha emanato una normativa specifica sulla tutela della sicurezza del lavoro all’estero, e ciò anche in considerazione delle delicate problematiche di diritto internazionale privato in tema di individuazione della legge applicabile. E’ palese, al riguardo, l’esigenza di una prima differenzazione tra lavoro prestato in paesi dell’Unione Europea (nei quali vige una normativa coerente con quella italiana) e lavoro prestato in paesi extraeuropei, nei quali vige spesso una cultura del lavoro sostanzialmente diversa e spesso assolutamente inadeguata a garantire sufficienti standard di tutela. E ciò anche con riguardo alla presenza di condizioni di lavoro che, a volte, per ragioni climatiche o anche di sicurezza pubblica, non sono assolutamente confrontabili con quelle che normalmente caratterizzano il lavoro nel nostro paese.

Il corso si propone di fornire criteri di orientamento nell’ambito degli strumenti normativi internazionali, europei e nazionali per individuare la normativa applicabile alle diverse fattispecie, tenendo nella dovuta considerazione le marcate differenze tra attività prestata nell’Unione Europea e nei paesi extracomunitari. Verranno in particolare analizzate le differenze a seconda della diversa conformazione del rapporto di lavoro. Saranno poi forniti criteri di orientamento in ordine sia al “quantum” di prevenzione comunque attuabile in Italia, sia alle modalità di assolvimento dei più rilevanti obblighi prevenzionistici nello svolgimento del lavoro all’estero. Da ultimo saranno affrontate tematiche di diritto penale derivante dalla commissione all’estero di eventuali reati in materia di sicurezza, nonché questioni di carattere previdenziale.

Attestato
Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione dall’Istituto Informa. I Responsabili e gli Addetti SPP e i Coordinatori per la progettazione e l’esecuzione dei lavori riceveranno, inoltre, un attestato di frequenza al Corso di Aggiornamento, con relativa durata, dall’Università degli Studi Roma Tre, valido ai sensi del D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
Obblighi
Il corso consente a Responsabili e Addetti SPP e ai Coordinatori per la progettazione e l’esecuzione dei lavori di adempiere all'obbligo di Aggiornamento sancito dal D. Lgs. 81/08 e s.m.i.
Destinatari
Responsabili e addetti Servizio di Prevenzione e Protezione, datori di lavoro, dirigenti, preposti, tecnici della sicurezza, medici competenti, medici del lavoro, rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, organismi di prevenzione, professionisti e consulenti del settore.
Orari e sede
Sede del corso:
INFORMA - Istituto Nazionale per la Formazione Aziendale
- 00188 Roma - Via Clauzetto, 12 - Tel. 0633245281 – Fax 0633111043 clienti@istitutoinforma.it

Orario di svolgimento: 9,00 – 18,00
Programma
- L’inquadramento del tema nell’ambito del diritto internazionale privato
- Gli strumenti di diritto internazionale e di diritto europeo
- Il Regolamento CE n.593/2008
- Altre fonti normative
- La scelta delle parti del rapporto di lavoro
- Le disposizioni in materia di salute e sicurezza del lavoro quali norme ad applicazione necessaria
- Il rapporto di lavoro a transnazionalità originaria
- Il rapporto di lavoro a transnazionalità acquisita (trasferta, trasferimento, distacco)
- Il rapporto di lavoro con una società estera
- Il lavoro nell’ambito dell’Unione Europea
- La tendenziale uniformità della normativa europea in materia
- Il distacco del lavoratore nell’ambito di un paese dell’Unione Europea
- Gli obblighi di prevenzione comunque attuabili in Italia
- Gli standard internazionali di buona tecnica
- La rilevanza in Italia dei reati commessi all’estero (in particolare, le norme del codice penale sull’individuazione del luogo di commissione del reato e sulla rilevanza delle sentenze straniere)
- La tutela previdenziale – accenni
- Indicazioni giurisprudenziali

- I rapporti con il regolamento sanitario internazionale (RSI)
- Il “sistema” azienda e la strutturazione del percorso di tutela per le attività lavorative all’estero
- La metodologia della valutazione del rischio nelle imprese con attività in aree geografiche a rischio per la salute
- La sorveglianza sanitaria: modelli, flussi organizzativi, idoneità alla mansione e le indicazioni dell’International Labour Office (ILO)
- I percorsi preventivi vaccinali e le norme di riferimento
- Le strutture territoriali di supporto (Travel Clinic)
- L’organizzazione dell’emergenza medica per i lavoratori espatriati
Partners
Università degli Studi di Roma Tre
Documentazione
Ogni partecipante riceverà la seguente documentazione:
- volume “La normativa essenziale di sicurezza e salute sul luogo di lavoro” di M. Lepore, EPC
- “ABC della sicurezza”, manuale ad uso dei lavoratori, di M. Lepore, EPC
- raccolta inedita di relazioni e presentazioni dei docenti, su supporto cartaceo e/o su pen drive.
Modalità e quota di iscrizione
Le iscrizioni dovranno essere confermate con l'invio della scheda allegata per fax o per posta.
La quota di iscrizione e' di € 500,00 + IVA. Per iscrizioni pervenute entro 15 giorni dalla data di inizio del corso e' prevista la quota scontata di € 400,00 + IVA.

La quota comprende la fornitura del materiale didattico, la colazione di lavoro, i coffee break e un servizio navetta dalla Stazione Termini alla sede di Informa e viceversa.
Sono previste quote ridotte per iscrizioni multiple provenienti dalla stessa Azienda/Ente.


INFORMA si riserva la facoltà di rinviare, annullare o modificare il corso programmato dandone comunicazione ai partecipanti entro 3 giorni lavorativi prima della data di inizio.
Note organizzative
Durante lo svolgimento del corso saranno offerti 2 coffee break, uno la mattina (alle ore 11.00 circa) ed uno nel pomeriggio (alle ore 16.00 circa), e la colazione di lavoro dalle ore 13,00 alle ore 14,00.
Docenti
Magistrato del Tribunale di Roma, esperto nelle tematiche trattate.

Prof. Paolo Bianco
Responsabile Servizio Sanitario Aziendale – Rai Radiotelevisione Italiana
Servizio clienti
Per ulteriori informazioni il nostro Servizio Clienti e' attivo ai numeri:
Tel. 06 33245282 Valentina Meucci - e-mail: clienti@istitutoinforma.it
Tel. 06 33245281 Virginia De Santis – e-mail: clienti@istitutoinforma.it
Fax 06 33111043